ciclismo.sportrentino.it
SporTrentino.it
Professionisti

Tour of the Alps: le pagelle dei trentini dopo la prima tappa

La tappa trentina del Tour of the Alps ha visto protagonisti anche i tre corridori di casa in gara. Su tutti, il 25enne di Nogaredo Mattia Bais, che ha animato la fuga di giornata e si è arreso al ritorno del gruppo solamente a 8 chilometri dall'arrivo.
Ottima anche la prova del neoprofessionista Edoardo Zambanini, che al pari di Davide Bais si è messo a servizio della squadra.

Mattia Bais - 7,5

Prima tappa e subito in fuga, la specialità della casa. Mattia Bais ci ha provato. Ha perso contatto dal drappello di testa lungo l’ascesa di Passo Brocon, ma non ha mollato la presa, rientrando in discesa. Non è riuscito a tenere il ritmo dell'indiavolato Bouchard nel tratto conclusivo del Passo Gobbera ed è stato ripreso a 8 chilometri dall’arrivo, dopo aver lasciato sull'asfalto fino all'ultima goccia di sudore. Il pubblico trentino non può che aver apprezzato.

Edoardo Zambanini - 7

C’era grande attesa per vedere all’opera il debuttante corridore di Dro, un ragazzo che nelle categorie giovanili è sempre andato d’amore e d’accordo con la vittoria. Ora per lui c’è la nuova avventura tra i professionisti, iniziata proprio nel 2022. Nella prima frazione del Tour of the Alps, Edoardo si è messo a disposizione della squadra. Ha svolto egregiamente il proprio compito e alla fine ha chiuso non lontano dai migliori. Diligente e solido.

Davide Bais - 6

Al pari del fratello Mattia, Davide è un corridore che ama andare in fuga e che fa della grinta e della tenacia il proprio marchio di fabbrica. Oggi è toccato a Mattia, nei prossimi giorni magari toccherà a lui. Il più giovane dei fratelli Bais ha svolto il suo compito e ha chiuso la tappa al 69° posto a 7’31” dal vincitore.

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.