Professionisti
sabato 19 ottobre 2019
CICLISMO
Trentin nuovamente terzo in Cina
di Luca Franchini

Tre podi in tre tappe. Tre terzi posti consecutivi. Matteo Trentin ha collezionato un altro piazzamento di peso al Tour of Guangxi, l’ultima corsa del calendario World Tour 2019: se da un lato può essere soddisfatto per la propria costanza di rendimento, dall’altra mastica amaro per aver visto sfumare la vittoria, andata al velocista tedesco Pascal Ackermann.

L'arrivo a braccia alzate di Ackermann, con Trentin sulla sinistra
L'arrivo a braccia alzate di Ackermann, con Trentin sulla sinistra

La terza delle sei frazioni della gara a cinese sembrava rappresentare l’occasione buona per il trentenne di Borgo Valsugana, ma lo strappo inserito nel circuito di Nanning (da affrontare cinque volte) non ha fatto la selezione sperata.
Trentin aveva fatto tutto alla perfezione: il capitano della Mitchelton Scott ha vinto il traguardo volante, assicurandosi il bonus e portandosi così a un solo secondo dal leader della classifica generale Ackermann. Vincendo la tappa, pertanto, il vice campione del mondo sarebbe balzato in vetta.
La corsa si è infiammata all’ultimo passaggio sullo strappo inserito nel percorso di gara, da affrontare l’ultima volta a 5,7 chilometri dall’arrivo. Prima la Mitchelton Scott e poi la Uae Emirates hanno tenuta alta l’andatura, con il solo francese Guillame Martin che, poco prima dello scollinamento, è riuscito ad avvantaggiarsi, seguito da Petr Vakoc (Deceuninck Quick Step).
Il gruppo si è notevolmente allungato, con Trentin attento nelle prime posizioni, tallonato però da Ackermann. A quel punto, il plotone è tornato compatto. La Mitchelton Scott ha preso in mano le redini della corsa, lanciando il proprio capitano nella decisiva volata.

Matteo Trentin in azione nella corsa cinese (Getty Images)
Matteo Trentin in azione nella corsa cinese (Getty Images)

Lo spunto vincente, però, è stato quello dello specialista Pascal Ackermann, che dopo due secondi posti ha centrato il bersaglio grosso nella corsa cinese. Il tedesco della Bora Hansgrohe si è imposto nettamente, raccogliendo la dodicesima affermazione stagionale. Secondo posto per il bielorusso Alexandr Riabushenko (Uae Emirates), con Trentin terzo davanti a Nikias Arndt (Sunweb), Petr Vakoc (Deceuninck-Quick Step), Lilian Calmejane (Total Direct Énergie), Sep Vanmarcke (Education First), Kiel Reijnen (Trek-Segafredo), Davide Martinelli (Deceuninck-Quick Step) e Merhawi Kudus (Astana Pro Team).
Ackermann si conferma così leader della corsa, con Trentin che sale al secondo posto a 7”. Terzo Riabushenko a 16”. Domani, però, la situazione di classifica è destinata a essere sconvolta: la quarta tappa del Tour of Guangxi, 161,4 km da Nanning a Mashannongla, prevede infatti un arrivo in salita, posto al termine di un’ascesa di 3 km con pendenza media vicina al 10%. Gli occhi degli appassionati trentini, nell’occasione, saranno per il giovane perginese Nicola Conci (Trek Segafredo), che ieri ha chiuso in gruppo, 35°, e nella generale è 47° a 22” da Ackermann.

Ordine d’arrivo 3ª tappa


1. Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe) 143 km in 3h19’21”
2. Alexandr Riabushenko (Uae Emirates)
3. Matteo Trentin (Mitchelton Scott)
4. Nikias Arndt (Sunweb)
5. Petr Vakoc (Deceuninck-Quick Step)
6. Lilian Calmejane (Direct Energie)
7. Sep Vanmarcke (Education First)
8. Kiel Reijnen (Trek Segafredo)
9. Davide Martinelli (Deceuninck-Quick Step)
10. Merhawi Kudus (Astana)
35. Nicola Conci (Trek Segafredo)

Classifica generale


1. Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe)
2. Matteo Trentin (Mitchelton Scott) a 0’07”
3. Alexandr Riabushenko (Uae Emirates) a 0’16”
4. Mikkel Honoré (Deceuninck-Quick Step) a 18”
5. Sep Vanmarcke (Education First) a 19”
6. Jacopo Mosca (Trek Segafredo) st
7. Davide Villella (Astana) st
8. Davide Martinelli (Deceuninck-Quick Step) st
9. Max Kanter (Sunweb) st
10. Itamar Einhorn (Israel Cycling) st
47. Nicola Conci (Trek Segafredo) a 22”

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri