SporTrentino.it
Professionisti

Per Davide Bais e Rivi è l’ora del debutto

Il secondo ritiro della nuova stagione si sta concludendo. Domenica sarà tempo di attaccare un dorsale sulla schiena per Davide Bais e Samuele Rivi, che debutteranno alla Classica Comunitat Valenciana, in Spagna. Sia per il 22enne di Nogaredo che per il corridore di Mezzolombardo sarà l’inizio della prima annata tra i professionisti, da affrontare con la maglia del team Eolo Kometa, formazione Professional che farà il proprio esordio tra i “pro”, proprio come i due giovani corridori trentini.
Davide e Samuele – entrambi classe 1998 - sono approdati al team di Ivan Basso e Alberto Contador dopo aver vissuto un 2020 da protagonisti: Rivi, cresciuto nel vivaio dell’Aurora, della Forti e Veloci e dell’Ausonia, ha vestito più volte la maglia azzurra, anche ai campionati europei, confermandosi corridore solido e affidabile. Davide Bais, che è fratello dell’altro professionista Mattia (in forza all’Androni), in gioventù ha vestito le casacche della Sc Mori, della Forti e Veloci e della Montecorona. Nelle ultime stagioni ha difeso i colori del Cycling Team Friuli. Nel 2020 si è messo in mostra al Giro d’Italia under 23, dove è stato notato da Ivan Basso, e ha centrato anche una vittoria a Montevarchi, primo in solitaria dopo una lunga fuga, il marchio di fabbrica di famiglia.
Rivi e Bais ora sono compagni di squadra al team Eolo Kometa, con cui hanno già sostenuto due ritiri. L’ultimo, iniziato il 14 gennaio, si è svolto in Spagna e culminerà con la prima corsa della stagione, la Clàssica Comunitat Valenciana di domenica 24 gennaio, 150 chilometri da La Nucía a Valencia.
Assieme a Bais e Rivi, saranno in gara per il team di Basso e Contador anche Alessandro Fancellu, Edoardo Ravasi, Francesco Gavazzi, Luca Pacioni e Mattia Frapporti.

Il sogno di Bais: una fuga al Giro con il fratello Mattia

«I primi raduni sono andati veramente bene, abbiamo avuto modo di conoscere i compagni e tutto lo staff – spiega Davide – Il clima è stato ideale per allenarsi e mettere nelle gambe molti chilometri in vista delle prime corse. C’è grande voglia di iniziare».
Cercando subito di mettersi in mostra. «Come si dice in questi casi, voglio partire con il piede giusto, farmi notare, migliorare e crescere il più possibile – aggiunge il 22enne di Nogaredo – In squadra c’è grande serenità e questo questo è molto importante. Con tutti i compagni ho stretto un bellissimo rapporto».
Qual è il grande obiettivo della stagione? «Il mio sogno è sicuramente quello di partecipare al Giro d’Italia – replica Davide – e magari vivere una giornata in fuga assieme a mio fratello Mattia. Sarebbe magnifico».
Com’è andato il ritiro a fronte dei rischi legati alla pandemia di Covid-19? «Tutto è stato gestito molto bene – conclude Bais – In hotel siamo da soli, soltanto noi della squadra. Non può entrare nessuno. Tutti ci sottoponiamo regolarmente ai tamponi, cameriere e cuochi dell’hotel inclusi».

Davide Bais in Spagna con la nuova maglia della Eolo Kometa
Davide Bais in Spagna con la nuova maglia della Eolo Kometa

Rivi entusiasta della nuova squadra

Dopo aver difeso i colori del Tirol Cycling Team, la sua squadra da under 23, Samuele Rivi è pronto per la nuova avventura con la Eolo Kometa. Focalizzato sull’obiettivo, con i piedi ben saldi a terra e pronto a fare fatica, una sorta di vocazione per lui. Samuele non è un vincente nato, ma è secondo a pochi in quanto a costanza di rendimento e affidabilità. Doti che potrebbero fare di lui un gregario d’élite, che non comparirà spesso su prime pagine e copertine, ma è fondamentale nell’economia del risultato di squadra.
«I primi raduni sono andati molto bene – racconta Samuele dalla Spagna - Abbiamo messo nelle gambe molti chilometri, con temperature decisamente gradevoli. In squadra ho trovato un ottimo ambiente e grande professionalità. Sono riuscito a fare amicizia con tutti: alcuni compagni di squadra già li conoscevo, altri li ho conosciuti in ritiro».
Quando si parla di obiettivi, Rivi mantiene il profilo basso, tipico di preferisce lasciar parlare la strada. E i fatti. «Non so cosa aspettarmi dalle prime corse – aggiunge il 22enne di Mezzolombardo – Costruirò i miei obiettivi passo dopo passo. Gara dopo gara».

Samuele Rivi, 22enne di Mezzolombardo
Samuele Rivi, 22enne di Mezzolombardo

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,391 sec.