ciclismo.sportrentino.it
SporTrentino.it
Professionisti

Trentin in forma Mondiale: la 2ª tappa del Lussemburgo è sua

Nei giorni scorsi, a margine delle convocazioni per i Mondiali d’Australia, il C.t. Daniele Bennati aveva indicato Matteo Trentin come uno dei due «pilastri» - assieme ad Alberto Bettiol – della sua Nazionale. Il 33enne di Borgo Valsugana ha subito dimostrato di meritare le insegne del capitano per la rassegna iridata, trovando l’acuto vincente nella seconda tappa del Giro del Lussemburgo, ultimo test in vista del campionato del mondo.

L'esultanza di Trentin al traguardo (foto Tour of Luxembourg)
L'esultanza di Trentin al traguardo (foto Tour of Luxembourg)

Se di test si trattava, Trentin l’ha superato a pieni voti. Il corridore della Uae Team Emirates, già quarto nella frazione inaugurale, si è imposto in volata sul traguardo di Junglister, precedendo al termine dei 163 chilometri di gara la coppia della Quick-Step Alpha Vinyl formata da Florian Sénéchal e Davide Ballerini, superati in rimonta.
Per il classe 1989 trentino è così arrivato il secondo successo stagionale, dopo quello centrato in marzo a Le Samyn. In testa alla classifica generale è rimasto il vincitore della frazione inaugurale Valentin Madouas (Groupama), con Trentin terzo a 8”.
La tappa è stata caratterizzata dalla fuga di otto corridori, ripresi a 7 chilometri dal traguardo. Lungo la breve salita posta a tre chilometri dal traguardo, ha tentato l’allungo Dorian Godon (Ag2r Citroën), la cui azione è stata però annullata sotto lo striscione dell'ultimo chilometro, quando Rafal Majka ha allungato il gruppo nell'impostazione della volata per Matteo Trentin. Rui Oliveira ha provato ad anticipare lo sprint, obbligando Sénéchal e Ballerini a lanciarsi allo scoperto, con Trentin poi lesto nel saltarli nei 50 metri conclusivi.
«Il finale di tappa era interessante, con una breve salita che ha reso tutto più interessante - ha detto Trentin -. Volevamo affrontarla con un ritmo regolare, senza strappare, per poi impostare al meglio la volata. Kluckers, Suter e Majka hanno fatto un grande lavoro, poi Oliveira è partito lungo per costringere la Quick-Step a chiudere. La squadra è stata perfetta. Siamo venuti al Giro del Lussemburgo con l'obiettivo di vincere una o più tappe. Una è arrivata, ora vedremo cosa succederà nei prossimi giorni».

Ordine d'arrivo

1. Matteo Trentin (Uae Team Emirates) 163 km in 3h51’51” (media 42,286 km/h)
2. Florian Sénéchal (Quick-Step Alpha Vinyl) st
3. Davide Ballerini (Quick-Step Alpha Vinyl) st
4. Axel Laurance (B&B Hotels-KTM) st
5. Mattia Skjelmose Jensen (Trek-Segafredo) st
6. Jon Barrenetxea (CajaRural-Seguros RGA) st
7. Tobias Bayer (Alpecin-Deceuninck) st
8. Ben Thomas (Cofidis) st
9. Victor Koretzky (B&B Hotels-KTM) st
10. Rui Oliveira (Uae Team Emirates) st

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.