SporTrentino.it
Mtb

Buoni risultati per Enrico Loss ed Emanuele Huez

Prima gran fondo della carriera e primo piazzamento di prestigio per Enrico Loss, che si è classificato settimo alla Orvieto Wine Marathon, terzo degli italiani alle spalle del compagno di squadra Johnny Cattaneo e di Daniele Mensi, quarto e quinto.

Il primierotto della Wilier 7C Force Enrico Loss
Il primierotto della Wilier 7C Force Enrico Loss

Circa 800 biker si sono presentati al via della gara umbra, disputata su un percorso di 46 chilometri, con 1700 metri di dislivello positivo. La vittoria è andata al belga Wout Alleman, che nel finale ha avuto la meglio sul campione del mondo Leonardo Paez, secondo con un distacco di 10”. Terzo, a 1’20”, il tedesco Vinzet Dorm, compagno di squadra del vincitore.
Il migliore degli italiani in gara è stato il classe 1981 bergamasco Johnny Cattaneo, portacolori della Wilier 7C Force del team manager trentino Massimo Debertolis. Cattaneo ha pagato un ritardo di 2’12” e ha avuto la meglio su Daniele Mensi e sul forte portoghese Tiago Ferreira nella lotta per il quarto posto. Un risultato di assoluto spessore per il tenace atleta lombardo.
Si può dire altrettanto per il debuttante Enrico Loss, alla prima stagione nella mountain bike. Il classe 1997 del Primiero, ex azzurro dello sci alpinismo, ha conquistato un ottimo settimo posto a 3’24” dal vincitore, riuscendo a tenersi alle spalle Francesco Casagrande, Jacopo Billi, Stefano Valdrighi e il compagno di squadra Martino Tronconi, undicesimo all’arrivo.

Emanuele Huez 45° e 7° under 23 ad Andora

Emanuele Huez ha aperto con una buona prestazione la sua esperienza agli Internazionali d’Italia Series, che si sono aperti in Liguria con l’Andora Race Cup, in provincia di Savona. La gara ligure ha presentato una starting list da Coppa del Mondo, alla presenza anche dell’iridato Jordan Sarrou, ottavo al traguardo.

Emanuele Huez in azione ad Andora
Emanuele Huez in azione ad Andora

La gara è andata in scena su un circuito di 4,2 chilometri (con 170 metri di dislivello) da ripetere sei volte. La vittoria è andata allo svizzero Lars Forster, che ha preceduto Vitor Koretzky e Milan Vader, con l'altoatesino Gerhard Kerschbaumer quinto a 16" e primo degli azzurri. Il trentino Huez, classe 2001 di Calliano da quest’anno in forza al Cs Carabinieri, si è classificato 45° a 7’33” del vincitore, settimo tra gli under 23 e secondo italiano di categoria, alle spalle di Simone Avondetto, decimo assoluto a 1’00” da Forster.
Nella stessa gara, 57° posto per il veterano di Pergine Valsugana Martino Fruet, che ha pagato un ritardo di 9'42".

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,406 sec.