SporTrentino.it
Allievi

Buona la prima per Valentino Kamberaj, 4° Capra

Prima corsa della stagione e prima vittoria per Valentino Kamberaj, che ha trovato l’acuto vincente sul traguardo della 40esima edizione del Memorial Erminio e Marina Fasani, gara di apertura del calendario della categoria Allievi, andata in scena sulle strade bresciane di Ghedi.
Buon sangue non mente, verrebbe da dire. Valentino, infatti, è fratello dell’ormai ex corridore Xhuliano Kamberaj, ottimo velocista nelle categorie giovanili e poi arrivato ad assaggiare anche il professionismo. Xhuliano, dopo alcune tormentate avventure sportive, ha deciso di appendere la bici al chiodo e ieri era a Ghedi, da spettatore.
A portare avanti la tradizione di famiglia è il più giovane Valentino, che fino allo scorso anno vestiva la maglia del Cc Gardolo, ora passato alla Libertas Laives.
Cresciuto in Trentino, a Grumo, Valentino si è recentemente trasferito in Alto Adige con la famiglia e ha così cambiato squadra. Non ha cambiato, però, il proprio modo di interpretare le corse. La gara bresciana – 53 km distribuiti su cinque tornate di un circuito - si è decisa allo sprint e a vincerlo è stato il giovane Kamberaj, che ha vinto il testa a testa con Angelo Monister della Mincio Chiese.
Il portacolori della Libertas Laives è riuscito a trovare il giusto spiraglio lungo le transenne e nei metri conclusivi ha avuto la meglio sul diretto concorrente alla vittoria.

L'esultanza di Valentino Kamberaj all'arrivo
L'esultanza di Valentino Kamberaj all'arrivo

Il podio è stato completato da Giuseppe Cornacchia della Rostese, che aveva provato ad anticipare la volata e all’arrivo è riuscito a tenersi alle spalle il trentino di Carzano Thomas Capra (Veloce Club Borgo), quarto all’arrivo. Decimo Filippo Serafini, compagno di squadra del vincitore alla Libertas Laives.

Le parole di Kamberaj: dedica al fratello

«La gara è stata dura, anche perché in molti hanno provato ad attaccare – ha commentato Valentino Kamberaj al termine della corsa – Devo ringraziare i miei compagni di squadra Filippo Serafini e Andrea Donà, che mi hanno guidato fino alla volata. All’arrivo c’era anche mio fratello e la vittoria la dedico in primis a lui, oltre che alla mia famiglia e alla squadra».

Ordine d’arrivo

1. Valentino Kamberaj (Libertas Laives) 53 km in 1h20’00” (media 40,125 km/h)
2. Angelo Monister (Sc Mincio Chiese)
3. Giuseppe Cornacchia (Rostese)
4. Thomas Capra (Vc Borgo)
5. Michele Daffini (Progetto Ciclismo Rodengo)
6. David Zanutta (Gottardo Giochi Caneva)
7. Matteo De Monte (Borgo Molino Rinascita)
8. Simone Codenotti (Ronco Maurigi Delio Gallina)
9. Gioele Faggianato (Gottardo Giochi Caneva)
10. Filippo Serafini (Libertas Laives)

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,406 sec.