Professionisti
mercoledì 23 ottobre 2019
CICLISMO
Kamberaj e Toniatti tra i "pro" con la E-Powers

Nel 2020 Xhuliano Kamberaj e Andrea Toniatti vestiranno la maglia della E-Powers Factory Team, la nuova squadra Professional ungherese che avrà nell’inossidabile Davide Rebellin uno dei punti di riferimento, con l’obiettivo di disputare il suo ultimo Giro d’Italia all’età di 48 anni. La E-Powers, infatti, punta a partecipare alla corsa rosa, che l’anno prossimo scatterà proprio dall’Ungheria e avrà un arrivo di tappa anche in Trentino, a Madonna di Campiglio, con partenza il giorno successivo da Pinzolo.

Xhuliano Kamberaj - 25enne velocista albanese, ma trentino d’adozione - ha firmato un contratto biennale e rientrerà in gruppo dopo un anno di stop. L’occasione per tornare in sella gliela ha offerta la squadra-stato dell’Ungheria, che ha come team manager Sandro Lerici e come direttore sportivo di riferimento Valerio Tebaldi.
Xhuliano, fratello maggiore del più giovane portacolori del Cc Gardolo Valentino, ha vissuto per molti anni a Grumo, nella Piana Rotaliana, dove vive ancora la sua famiglia. Ora Kamberaj vive sulle sponde bresciane del Lago di Garda, dove si sta allenando in vista della nuova stagione.

Kamberaj al momento della firma con la E-Powers
Kamberaj al momento della firma con la E-Powers

La sua carriera sportiva ha subito un stop dopo la non felice esperienza del 2018 con la Polartek Kometa di Basso e Contador, aperta subito con una vittoria ad Almagro in Spagna, a fine febbraio. Poi la conclusione anticipata dell’avventura e il passaggio al Team Beltrami fino al termine della stagione, a precedere lo stop di un anno.
Xhuliano è un classe 1994, specialista delle volate, è cresciuto nel vivaio dell’Aurora e nella formazione juniores diretta dal direttore sportivo Alessandro Coden (l’attuale Team Campana Imballaggi Rotogal). La sua prima esperienza tra i professionisti fu nel 2016 con la Skydive Dubai, ma ebbe breve durata. La sua ultima affermazione è datata 21 maggio 2018, quando vinse la terza tappa del Giro d’Albania indossando la maglia della nazionale albanese.

La E-Powers gli ha offerto una grande occasione per il rilancio, presentandola anche al 27enne di Mori Andrea Toniatti. Il corridore lagarino ha altre caratteristiche, dotato di una sparata che gli ha regalato numerose vittorie fin dalle categorie giovanili, prima con le maglie di Sc Mori e Aurora, poi con quella della Montecorona, prima della lunga esperienza tra i dilettanti.

Una vittoria di Andrea Toniatti in maglia Team Colpack
Una vittoria di Andrea Toniatti in maglia Team Colpack

Negli ultimi quattro anni, il moriano ha vestito la maglia del Team Colpack, che nel 2019 ha gareggiato con licenza Continental, offrendo ai propri corridori la possibilità di avere un primo assaggio di professionismo, con tanto di partecipazione al Tour of the Alps. Anche Toniatti, che nel 2019 ha vinto il Trofeo Matteotti per dilettanti, ha preso parte alla corsa Euroregionale, lui che nel 2017 aveva sostenuto uno stage da “pro” con la Bahrain Merida, conclusosi però con un nulla di fatto.
L’occasione presentatasi con la E-Powers rappresenta per lui il cosiddetto “ultimo treno”. Un’occasione da sfruttare al meglio, per dimostrare il proprio valore, cosa che finora è riuscito a fare soltanto a sprazzi.
Con la giusta continuità e il necessario spirito d’abnegazione, potrà sicuramente dire la sua. A dirlo sarà come sempre la strada.

La E-Powers Factory si radunerà per la prima volta a fine novembre a La Spezia, dove sosterrà un ritiro, a precedere quello in programma a dicembre a Gran Canaria e un altro blocco di lavoro prima della fine dell’anno nuovamente a La Spezia.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri