Professionisti
martedì 22 ottobre 2019
CICLISMO
Guangxi: l’ultima è di Ackermann, Trentin 7°
di Luca Franchini

Matteo Trentin ha chiuso con un settimo posto la stagione 2019. Quella che ricorderà a lungo per la terza vittoria della carriera al Tour de France e per l’argento (agrodolce) ai Mondiali di Harrogate.
Il trentenne di Borgo Valsugana non è riuscito a trovare il colpo vincente sulle strade del Tour of Guangxi, la corsa cinese di sei giorni che ha chiuso il calendario World Tour.
Dopo aver collezionato quattro terzi posti nelle prime cinque tappe, Trentin ha tentato il tutto e per tutto nella frazione finale, che si è conclusa ancora una volta allo sprint.
A vincerlo è stato lo specialista tedesco Pascal Ackermann, tornato a casa con due successi all’attivo.

L'arrivo a braccia alzate di Pascal Ackermann
L'arrivo a braccia alzate di Pascal Ackermann

Nel finale dell’ultima giornata di gara, ripresa la classica fuga dalla distanza a poco meno di 5 chilometri dall’arrivo, c’è stata grande battaglia in testa il gruppo. All’ultima curva, che immetteva sul larghissimo rettilineo finale, c’è stata la caduta del corridore della Bahrain Merida Bauhaus, che si trovava giusto alle spalle di Trentin, attorno alla decima posizione del gruppo di testa.

IL VIDEO DELLA CADUTA

La scivolata, favorita dal fondo stradale bagnato, ha causato un "buco" e ha contribuito a tagliar fuori dai giochi per la vittoria il vice campione del mondo, rimasto senza compagni di squadra nel finale di corsa.
Matteo ha provato a chiudere il gap, ma ormai lo sprint era lanciato e si è dovuto accontentare del piazzamento, di un settimo posto che non lo può soddisfare. Ha vinto Ackermann, questa volta non su Gaviria (due successi anche per lui in Cina) ma sull’altro colombiano della Uae Emirates Molano, con Timo Roosen del Team Jumbo Visma terzo e Selig (Bora Hansgrohe) quarto davanti a Mareczko.

In gara c’era anche il perginese Nicola Conci, caduto nella tappa a cui puntava maggiormente, quella con arrivo in salita che ha consegnato la leadership allo spagnolo Enric Mas, vincitore della corsa. Conci oggi ha chiuso 88°, in gruppo, e anche per lui è arrivato il momento di staccare la spina.
Idem per Trentin, alla sua ultima corsa con la Mitchelton Scott prima del passaggio alla CCC. Matteo torna a casa dalla Cina senza trofei, ma con la consapevolezza di aver disputato una buona corsa e un’ottima stagione, terminata con sette successi all’attivo e tanti, tantissimi piazzamenti.

Il 2019 di Trentin: 7 vittorie e grande continuità


Il valsuganotto è stato costante dall’inizio dell’anno fino ad oggi: vittorioso a febbraio una volta alla Vuelta Valenciana e poi in due tappe della Vuelta a Andalucia, poi settimo alla Harelbeke e alla Gent-Wevelgem, ventunesimo al Giro delle Fiandre e decimo alla Amstel Gold Race, a precedere il podio di tappa al Giro di Svizzera e la terza vittoria della carriera (sul traguardo di Gap) al Tour de France, dove ha collezionato anche un terzo posto e altri 7 piazzamenti nella top 10.

Matteo è stato poi determinante ai fini del successo di Elia Viviani agli Europei di Alkmaar (dove il trentino ha chiuso settimo), a precedere un finale di stagione da voto 10: è mancata la lode, quella maglia iridata che lo avrebbe consacrato nell’Olimpo del ciclismo.
In settembre Trentin ha conquistato un successo di tappa, altri 4 podi e il secondo posto nella classifica generale finale al Tour of Britain, alle spalle di Van der Poel, per poi trionfare al Trofeo Matteotti in maglia azzurra, quella che ha difeso egregiamente ai Mondiali di Harrogate, dove si è infilato al collo la medaglia d’argento. Infine i quattro piazzamenti nella top 3 al Tour of Guangxi, con l’arrivederci al 2020.

Nel 2020 mirino puntato sugli Europei di Trento


Il grande obiettivo della prossima stagione, oltre ai consueti appuntamenti con le classiche di primavera e le grandi gare a tappe, saranno gli Europei di Trento, dove Matteo andrà in cerca del secondo titolo continentale della carriera dopo quello conquistato a Glasgow nel 2018.

Ordine d'arrivo sesta tappa


1. Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe)
2. Sebastian Molano (UAE Team Emirates)
3. Tomo Roosen (Jumbo Visma)
4. Rudiger Selig (Bora Hansgrohe)
5. Jakub Mareczko (CCC)
6. Asbjorn Kragh Andersen (Sunweb)
7. Matteo Trentin (Mitchelton Scott)
8. Daniel McLay (EF Education First)
9. Hamish Schreurs (Israel Cycling Academy)
10. Max Kanter (Sunweb)

Classifica generale finale Tour of Guangxi 2019


1. Enric Mas (Deceuninck Quick Step)
2. Daniel Martinez (EF Education First) a 5"
3. Diego Rosa (Team Ineos) 14"
4. Antwan Tolhoek (Jumbo Visma) a 22"
5. Carl Fredrik Hagen (Lotto Soudal) a 29"
6. Felix Grossschartner (Bora Hansgrohe)
7. Odd Christian Eiking (Wanty Gobert)
8. David De La Cruz (Team Ineos)
9. Davide Villella (Astana) a 37"
10. Martijn Tusveld (Sunweb) a 38"
16. Matteo Trentin (Mitchelton Scott) a 53”

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri