SporTrentino.it
Varie

La Fci stanzia nuovi contributi per le società

Il secondo Consiglio del 2021 della Federciclismo, tenutosi a fine gennaio, è stato incentrato soprattutto sugli aspetti amministrativi, con l’allocazione dei contributi integrativi riconosciuti da Sport e Salute alla fine del 2020.

È stato varato un pacchetto di contributi che, sommati a quelli già previsti nel 2020, annullano completamente i costi del tesseramento per le categorie agonistiche e alleggeriscono notevolmente il peso dei costi organizzativi.
Nel complesso i ristori previsti dalla Federazione tra il 2020 e il 2021 ammontano quindi ad oltre 3 milioni di euro, due terzi dei quali già nelle disponibilità delle società sportive.
«Il ciclismo - ha detto il presidente Di Rocco - è tra i pochi sport in grado di assicurare l’attività, anche in questi giorni ed anche per i più giovani. Con questi nuovi contributi siamo riusciti anche ad annullare completamente i costi dell’attività e del tesseramento per la stagione che inizia».

Annullati i costi del tesseramento per gli agonisti

Il Consiglio federale ha assegnato nuovi contribuiti alle società per la stagione 2021 che, cumulati con quelli deliberati lo scorso anno, annullano totalmente i costi del tesseramento per le categorie agonistiche (Giovanissimi, Esordienti/Allievi, Junior fino a 18 anni, Donne agoniste, ciclismo paralimpico). Le società che operano con queste categorie, quindi, nel 2021 si vedranno restituire il restante 75% dei costi del tesseramento per ogni tesserato e un ulteriore 25% sempre del tesseramento finalizzato a gare e materiale (a fine 2020 erano stati già restituiti il 25% del tesseramento e un contributo forfettario pari a 10 €).
Inoltre sono stati deliberati contributi pari al 40% dei costi di tesseramento per le seguenti categorie promozionali e amatoriali: Promozione Giovanile, Master e Cicloturisti uomini fino a 17 anni, Master e Cicloturisti uomini dai 65 anni, Master e Cicloturiste donne (tutte). Arrivando anche per queste categorie al 65% totale di restituzione costi tessera visto il 25% dato a fine 2020.
Previsti inoltre ulteriori aiuti (circa 600.000 euro) a favore degli organizzatori, che permetteranno il rimborso delle tasse gara al 100% fino al 30 giugno 2021. Nel caso in cui dovessero risultare ancora disponibili fondi dopo il 30 giugno, il termine per accedere a questa agevolazione sarà posticipato a data da definirsi. Sempre nell’ottica di favorire l’attività anche per questa stagione che si annuncia ancora problematica a causa della pandemia, su richiesta del Settore Strada, è stata prolungata l’opportunità di superare del 25% il limite di partenti ad una gara nazionale strada.

Contributo aggiuntivo anche per i Comitati

Consapevole delle difficoltà che hanno affrontato i Comitati regionali nello svolgimento delle assemblee elettive in questo periodo di pandemia, il Consiglio ha deliberato anche un contributo aggiuntivo per ogni singolo comitato, valutato sul numero società affiliate più 150 euro di costi fissi per ogni assemblea elettiva (provinciale e regionale) svolta. Nel complesso si tratta di un ulteriore sostegno al territorio di circa 50.000 euro.

Medaglia d’oro a Renato Riedmuller

In occasione della precedente riunione del Consiglio, il Presidente aveva ricordato la necessità di riconoscere benemerenze a chi ha occupato importanti cariche per la Federazione anche nel passato, oltre ad altri dirigenti che ne hanno meritata l’attribuzione. Come primi effetti di questa opera di ricostruzione, il Consiglio ha deciso di assegnare la medaglia d’oro a Raffaele Carlesso, Renato Riedmuller, Fabrizio Iseni e Agostino Castiglia.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.