SporTrentino.it
Fuori Regione

La “prima” di Magagnotti, lo junior Bortolotti 3° a Stabbia

L’ultima domenica di agosto non ha mancato di regalare soddisfazioni alle promesse trentine delle due ruote e ha regalato la gioia del primo podio stagionale ad Alessio Magagnotti, allo junior Francesco Bortolotti e al classe 2006 Tommaso Marchese.

Sprint vincente di Magagnotti nel Novarese

Alessio Magagnotti, già protagonista in pista a Mori e terzo a Monselice (Padova) il 23 agosto scorso, ha capitalizzato l’ottimo momento di forma e ha centrato il bersaglio grosso sul traguardo del Gran Premio Castelletto Sopra Ticino, in provincia di Novara. Il portacolori della Forti e Veloci, ha vinto la corsa riservata ai classe 2007, superando al termine dei 28 chilometri di gara (coperti a una media di 40,080 km/h) Giacomo Dentelli della Ciclistica Valenza e Stefano Ganini della Madignanese. A completare la top 10 sono stati altri due trentini, ovvero Riccardo Occoffer del Veloce Club Borgo (nono) e il compagno di squadra del vincitore Luca Borghesi (Forti e Veloci). Tra i “secondo anno”, invece, decima piazza per Daniele Fratton (Vc Borgo).

L'esultanza di Alessio Magagnotti (foto Paolo Migliavacca/LaStampa)
L'esultanza di Alessio Magagnotti (foto Paolo Migliavacca/LaStampa)

Esordienti: a Covo (Bergamo) sale sul podio Marchese

Mentre Magagnotti furoreggiava sulle strade novaresi, Tommaso Marchese conquistava un bel terzo posto nel Bergamasco. L’alfiere della Ciclistica Dro si è classificato terzo al 5° Trofeo Nastrotex Spa a Covo, preceduto all’arrivo della corsa riservata ai “secondo anno” da Davide Quadriglia (Osio Sotto) e da Gabriele Durelli (Ciclistica Trevigliese).

Juniores: per Bortolotti un 3° posto di carattere a Stabbia

Terzo posto di peso per Francesco Bortolotti, che è stato tra i protagonisti nel finale di gara al 56° Gran Premio Artigianato e Commercio Stabbiese, corsa per junior disputata sulle strade fiorentine, alla presenza di tanti big della categoria. Su tutti il campione europeo 2019 Andrii Ponomar, che ha fatto la differenza e si è imposto in solitaria. A 20 chilometri dall’arrivo si sono lanciati al suo inseguimento l’ex Ciclistica Dro ora in forza all’Uc Valle di Non Francesco Bortolotti e Lorenzo Giordani (Casano), che si sono poi giocati gli altri due gradini del podio.
Giordani ha chiuso secondo a 3’29”, Bortolotti terzo a 3’31” Bortolotti, bravo a tenersi alle spalle atleti quotati come Matteo Fiaschi, Tommaso Dati e Lorenzo Peschi. Da segnalare, nella stessa gara, la fuga dell’altro portacolori del club noneso Matteo Calovi.

Il podio con Bortolotti (a destra) sul terzo gradino
Il podio con Bortolotti (a destra) sul terzo gradino

Sempre tra gli juniores, sono arrivati altri due ottimi piazzamenti. Federico Iacomoni, reduce dalla buona prova offerta ai campionati europei (chiusi al 27° posto dopo aver lavorato per la squadra), si è classificato quarto al 25° Memorial A. Zambon disputato a Cappella Maggiore (Treviso). Il giudicariese Michele Berasi (Ausonia) ha invece colto un buon settimo posto finale al Giro del Friuli, staccato di 24” dal vincitore Davide De Pretto.

Giro U23: Zambelli e Zambanini piazzati

Dopo il 5° posto di Davide Bais nella tappa inaugurale, con arrivo a Urbino, i trentini hanno centrato altri piazzamenti nella top 10 anche nella seconda tappa del Giro d’Italia Under 23, che ha proposto un arrivo per velocisti a Riccione. Luca Colnaghi (Zalf) è riuscito ad anticipare di un “nulla” il gruppo, regolato da Jordi Meeus (Seg Racing). Terzo Jonathan Milan (Cycling Team Friuli), con il volanese della Iseo Rime Carnovali Samuele Zambelli sesto e il “primo anno” della Zalf Edoardo Zambanini ottavi. Il corridore di Dro, 15esimo nella prima frazione, è ottavo anche nella classifica generale, a 25” dal leader Alejandro Ropero, ed è secondo nella graduatoria della maglia bianca riservata ai Giovani alle spalle di Antonio Tiberi (Colpack Ballan).

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.