SporTrentino.it
Professionisti

Oss e Trentin al Tour, Giro per Conci e Benedetti

Daniel Oss e Matteo Trentin hanno scelto il Tour de France. Nicola Conci e Cesare Benedetti il Giro d’Italia, dove punteranno a esserci anche il neoprofessionista Mattia Bais e Iuri Filosi. Quest’ultimo sarà il primo ad attaccare sulla maglia un dorsale da gara dopo la pausa forzata dovuta all’emergenza sanitaria: lo farà dal 23 al 26 luglio in Romania, al Sibiu Tour, che vedrà schierato ai nastri di partenza anche l’under 23 Davide Bais.

Il borghigiano del Team CCC Matteo Trentin
Il borghigiano del Team CCC Matteo Trentin

Niente Grandi Giri, invece, per Gianni Moscon, che nella calda estate e nell’autunno 2020 punterà sulle gare di un giorno, le grandi classiche in primis, voglioso di far parlare la strada e di riprendere da dove aveva lasciato lo scorso anno, ovvero dalla bella prova offerta ai Mondiali dello Yorkshire, chiusi al quarto posto dopo un finale di corsa a dir poco generoso.

Debutto d’élite alla Strade Bianche

Per tutti i big delle due ruote trentine il debutto sarà alla Strade Bianche, il primo agosto, seguita in ordine cronologico dalla Milano-Sanremo, dal Giro del Delfinato (in Francia) e dal Giro di Lombardia. La starting list della gara toscana sarà infarcita di grandi nomi, tra cui quelli di Trentin, Oss, Moscon, Benedetti e Conci. Per tutti loro la Strade Bianche segnerà la ripresa dell’attività agonistica.

Il primo pro a montare in sella sarà Iuri Filosi

Il 28enne giudicariese di Praso sarà il primo ad attaccare un dorsale sulla maglia, quella della Bardiani Csf Faizanè. Filosi è approdato alla corte di Bruno Reverberi dopo le esperienze vissute alla Nippo Fantini e alla francese Delko Marseille. Per lui c’è grande voglia di riscatto e di dimostrare che il successo conquistato nel 2017 al Gp di Lugano – al momento l’unico da “pro” - non fu frutto del caso.
Rientrato dalla trasferta rumena, che la Bardiani preparerà con un ritiro a Livigno, Filosi dovrebbe prendere parte anche alle altre grandi classiche d’agosto, ovvero Milano-Sanremo e Giro di Lombardia.

Il giudicariese della Bardiani Iuri Filosi
Il giudicariese della Bardiani Iuri Filosi

Trentin e Oss: focus su Tour e Classiche

Dopo aver trovato l’accordo economico con il Team CCC, quanto meno per portare a termine la stagione, Matteo Trentin è pronto a tornare a fare quello che, da sempre, gli riesce particolarmente bene: andare forte e vincere. I grandi obiettivi del borghigiano sono il Tour de France e le classiche del Nord di ottobre. Al Tour Matteo andrà in cerca della quarta affermazione in carriera, dopo quelle del 2013, del 2014 e del 2019 (quando s’impose sul traguardo di Gap).
Stesso programma per Daniel Oss: per lui esordio alla Strade Bianche, poi Milano-Sanremo, Giro del Delfinato e Tour de France, a precedere la campagna del Nord, quest’anno in versione autunnale.

Daniel Oss, passistone della Bora Hansgrohe
Daniel Oss, passistone della Bora Hansgrohe

Niente Grandi Giri per Moscon

Il 2019 del corridore di Livo si era chiuso con il bel quarto posto nella corsa in linea dei Mondiali dello Yorkshire, dove Matteo Trentin sfiorò il colpaccio. Il 26enne noneso del Team Ineos punterà tutto sulle classiche, da quelle italiane di agosto (vedi Lombardia, dove fu terzo nel 2017) a quelle autunnali al Nord. Niente Tour né Giro d’Italia per lui.

Conci e Benedetti al Giro d’Italia

A rappresentare il Trentino al Giro d’Italia ci saranno Nicola Conci e Cesare Benedetti. Il 23enne di Pergine Valsugana sarà in ritiro a Passo San Pellegrino con i compagni di squadra della Trek Segafredo dal 10 al 25 luglio e seguirà un calendario tutto italiano, dalla Strade Bianche in poi. Al Giro dovrà lavorare per il capitano Vincenzo Nibali, con l’obiettivo di compiere un altro step nel suo percorso di crescita e chissà… centrare la prima vittoria da “pro” in uno dei tanti appuntamenti estivi.

Nicola Conci, talento emergente della Trek Segafredo
Nicola Conci, talento emergente della Trek Segafredo

Sarà alla corsa rosa anche Cesare Benedetti. L’esperto corridore della Bora-Hansgrohe lo scorso anno compì l’impresa sul traguardo di Pinerolo, coronando con la vittoria una bella fuga, una delle specialità della casa. Cesare difende i colori del team tedesco da undici anni (dai tempi del team NetApp fino alle ultime annate con la denominazione di Bora-Hansgrohe) e debutterà alla Strade Bianche. Per lui, poi, ci saranno Milano-Torino, Milano-Sanremo, Lombardia, Giro dell’Emilia, Bretagne Classic, le gare belghe Druivernkoers e Brussels Cycling Classic e la Tirreno-Adriatico.

I fratelli Bais in ritiro sul Fedaia

Mattia e Davide Bais prepareranno in altura le prime corse dell’estate 2020. I due fratelli sosterranno un ritiro sul Passo Fedaia. Mattia, 23enne neoprofessionista in forza all’Androni-Sidermec, dovrebbe tornare alle corse alla Strade Bianche, mentre il più giovane Davide debutterà al Sibiu Tour in Romania. Davide è un classe 1998 ed è all’ultimo anno da under 23, in cerca del suo primo contratto da “pro”: il giovane di Nogaredo difende i colori del Cycling Team Friuli, formazione che dallo scorso anno è in possesso di licenza Continental. Ecco spiegato il perché della partecipazione alla gara rumena, che dovrebbe vedere schierato ai nastri di partenza anche l’altro trentino in forza al club friulano Martin Nessler, classe 2000.

Davide, il più giovane dei fratelli Bais
Davide, il più giovane dei fratelli Bais

Il primo degli under 23 a riassaporare l’adrenalina della gara sarà però il volanese Samuele Zambelli, che a metà luglio sarà impegnato in una corsa in Polonia.

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,078 sec.