Mtb
sabato 7 marzo 2020
CICLISMO
Coronavirus: la Wilier 7C Force rinuncia alla Cape Epic

Una scelta sofferta, difficile da prendere, ma responsabile, resa necessaria dal particolare momento e maturata dopo aver esaminato tutte le situazioni che sarebbero potute venirsi a creare. Nella giornata odierna i vertici del team Wilier 7C Force hanno annunciato, a malincuore, che la squadra non prenderà parte all’edizione 2020 della Cape Epic, in programma in Sudafrica dal 15 al 22 marzo prossimi.
La prestigiosa gara a tappe sudafricana rappresentava l’appuntamento clou della prima parte di stagione per il team diretto da Massimo Debertolis, costretto a fare i conti con la complessa situazione dovuta alla diffusione del coronavirus Covid-19. «In questi giorni abbiamo esaminato attentamente tutti gli aspetti della situazione, che è in continuo mutamento – spiega Debertolis – Avevamo programmato la trasferta nel minimo dettaglio, come siamo soliti fare, ma ci siamo sentiti in dovere di prendere in considerazione ogni possibilità. Anche quella di rimanere a casa. Stiamo vedendo come, giorno dopo giorno, la situazione sia in costante evoluzione. Tutto sarebbe potuto andare come da programma, o forse no, con il rischio di trovarsi bloccati e di non poter gareggiare. Il nostro è un atto di responsabilità, in primis nei confronti dei nostri atleti e componenti dello staff».
Non può che lasciare anche un po’ di amarezza il dover rinunciare a un evento che, nel 2019, regalò alla Wilier 7C Force la gioia della vittoria di tappa, conquistata da Johnny Cattaneo e Luisa Mejia.
«Negli ultimi giorni non sono riuscito a chiudere occhio – aggiunge Debertolis – Dapprima eravamo comunque intenzionati a partire. Alla fine, però, ha avuto la meglio la razionalità: in accordo con Wilier, che ha appoggiato la nostra scelta, abbiamo preferito rimanere a casa. L’appuntamento è per la Cape Epic 2021».
Cambieranno, di conseguenza, i programmi agonistici della squadra. «In questi giorni valuteremo quali sono le possibilità che ci offre il calendario, tenendo presente che in Italia attualmente è tutto fermo – conclude Debertolis – Potremmo decidere di prendere parte alla Vuelta Ibiza, che abbiamo già disputato in passato. Ma non abbiamo ancora preso una decisione definitiva in merito».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri