SporTrentino.it
Pista

Europei: Paternoster bronzo nell’inseguimento a squadre

Grande prova per Letizia Paternoster e per il giovane quartetto azzurro ai campionati europei di ciclismo su pista di Apeldoorn, in Olanda. La ventenne di Revò, in gara assieme a Martina Alzini, Vittoria Guazzini ed Elisa Balsamo, ha conquistato la medaglia di bronzo nell’inseguimento a squadre, facendo segnare uno dei migliori tempi di sempre nella specialità a livello nazionale.

Dopo il terzo posto nelle qualificazioni (con il tempo di 4’18”571) e la buona prova offerta nella semifinale persa contro la Germania (4’17”887), l’Italia in rosa si è scatenata nella finale per il terzo posto, vinta nettamente in 4’17”610, non lontanissimo dal primato nazionale fatto segnare dalle stesse Paternoster, Balsamo, Guazzini e Alzini ai campionati europei under 23 di luglio di quest'anno (4'17"438).
Nulla da fare per le avversarie francesi, che hanno chiuso nettamente staccate con il crono di 4’22”118.
Il titolo è andato alla Gran Bretagna, che ha fatto segnare l’incredibile tempo di 4’13”828 e ha battuto la Germania (4’16”789) nella sfida per l’oro.

LA CLASSIFICA DELLE FINALI DELL'INSEGUIMENTO A SQUADRE

Oggi la Paternoster tornerà in pista per l’omnium, la specialità che prevede la disputa di quattro prove (scratch, tempo race, eliminazione e corsa a punti) e che a inizio anno ha regalato a Letizia una splendida medaglia d’argento ai Mondiali élite, battuta solamente dalla olandese Kirsten Wild. Per la trentina, intanto, è arrivata la sesta medaglia stagionale, dopo le tre d’oro conquistate in luglio agli Europei under 23 su pista di Gent, quella d’oro vinta in agosto agli Europei su strada under 23 di Alkmaar e quella d’argento messa al collo ai Mondiali élite di Pruszkow.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.