Donne
venerdì 9 agosto 2019
CICLISMO
Volata d’oro della Paternoster ad Alkmaar

Letizia Paternoster è la nuova campionessa under 23 di ciclismo su strada. La ventenne trentina di Revò ha centrato il bersaglio grosso ai campionati europei di Alkmaar, in Olanda, e lo ha fatto a modo suo, dominando la volata che ha deciso la corsa.
Ottimamente pilotata dalle compagne di squadra Elena Pirrone (locomotiva del treno azzurro), Vittoria Guazzini ed Elisa Balsamo, la nonesa tesserata per le Fiamme Azzurre e per la Trek Segafredo ha dominato la volata che ha assegnato il titolo continentale, precedendo di una bicicletta la seconda classificata, la polacca Martina Lach, con l'olandese Lonneke Uneken terza e medaglia di bronzo.

Letizia Paternoster sul podio di Alkmaar con la maglia di campionessa europea
Letizia Paternoster sul podio di Alkmaar con la maglia di campionessa europea

Dopo il settimo posto nella cronometro di giovedì, che le aveva lasciato un po’ di amaro in bocca, Letizia non ha fallito nella corsa in linea, disputata su un circuito di 11,5 chilometri da ripetere otto volte, privo di difficoltà altimetriche ma caratterizzato da alcuni tratti tortuosi, da numerose curve nel centro cittadino e da una sezione in pavé.
La corsa si è infiammata nel finale, disputato sotto la pioggia, con il tentativo a due a 35 km dall’arrivo della olandese Swinkels e della britannica Holden, quest’ultima poi raggiunta da altre sei atlete, tra cui la bolzanina Elena Pirrone, sempre nel vivo della gara. La fuga è però stata annullata dal gruppo a una quindicina di chilometri dall’arrivo, quando ci ha provato in solitaria l’inglese Georgi Pfeiffer, ma anche per lei non c’è stato nulla da fare. L’Italia, assieme alla Francia, ha preso in mano il comando delle operazioni e negli ultimi tre chilometri ha piazzato il proprio treno in testa al gruppo.
Le azzurre sono uscite benissimo dall’ultimo tratto in pavé e hanno lanciato alla perfezione Letizia, che ha fatto quello che le riesce meglio: vincere.

ORDINE D'ARRIVO CORSA IN LINEA UNDER 23 DONNE

Per la trentina si tratta della quarta medaglia d’oro continentale della stagione, dopo le tre conquistate agli Europei su pista di Gent il mese scorso. Un altro successo che, qualora ce ne fosse ancora bisogno, conferma le qualità di uno dei talenti più cristallini del ciclismo femminile mondiale.
Una carta pesante per l’Italia da giocare alle prossime Olimpiadi, il grande sogno di Letizia.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri