Varie
giovedì 20 luglio 2017
CICLISMO
Paternoster show: doppio oro agli Europei

Due gare in poco più di due ore. Due medaglie d'oro di campionessa europea al collo: prima quella dell'inseguimento a squadre, poi quella dell'eliminazione. Letizia Paternoster prosegue nel suo percorso di maturazione agonistica a suon di vittorie, confermandosi uno dei prospetti più interessanti del ciclismo femminile non solo a livello italiano, ma anche internazionale.

Letizia Paternoster con la medaglia d'oro conquistata nell'inseguimento a squadre
Letizia Paternoster con la medaglia d'oro conquistata nell'inseguimento a squadre

La diciottenne nonesa di Revò, alla seconda stagione da junior, ha già conquistato lo scettro di “reginetta” dei campionati europei di ciclismo su pista in corso di svolgimento ad Anadia, in Portogallo, capace di andare a segno nelle prime due gare a cui ha preso parte.
Dopo aver dominato le qualificazioni e la semifinale disputata contro la Gran Bretagna, il quartetto azzurro composto da Paternoster, Chiara Consonni, Martina Fidanza e Vittoria Guazzini (che gli appassionati trentini ricorderanno vittoriosa agli Italiani delle Terme del 2016 nella categoria Allieve) domina anche la finale contro l'Olanda e conquista per il secondo anno consecutivo il titolo continentale dell'inseguimento a squadre. Nel testa a testa per l'oro, le olandesi provano a partire forte, ma devono poi fare i conti con la solidità delle italiane, che da metà gara in poi alzano il ritmo e staccano nettamente le avversarie chiudendo con il tempo di 4'30”708 (4 i chilometri da percorrere), di oltre 4 secondi più basso rispetto a quello fatto segnare dall'Olanda (4'35”376).
La forte atleta nonesa, che nella notte di vigilia del debutto agli Europei aveva dovuto fare i conti anche con la febbre, riesce poi a ripetersi due ore dopo nella gara a eliminazione. La Paternoster mostra grande acume tattico e forza, brava a gestirsi nelle prime fasi della corsa, per poi sfruttare tutti i cavalli del proprio motore nel finale. Nella decisiva volata per il titolo Letizia batte addirittura per distacco la portoghese Martins (argento), dimostrando di non avere rivali nella categoria.
Oggi la trentina tornerà in pista per la gara dell'inseguimento individuale. Assieme a lei anche la bolzanina Elena Pirrone.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri