Pista
giovedì 11 luglio 2019
CICLISMO
Paternoster oro bis agli Europei di Gent

E sono due. Dopo essersi laureata campionessa europea della corsa a eliminazione martedì, oggi Letizia Paternoster si è infilata al collo un’altra medaglia d’oro alla rassegna continentale junior e under 23 di Gent, in Belgio, vittoriosa nell’inseguimento a squadre assieme alle altre tre azzurre Elisa Balsamo, Vittoria Guazzini e Martina Alzini.

Letizia Paternoster in maglia di campionessa europea (foto Dario Belingheri, UEC)
Letizia Paternoster in maglia di campionessa europea (foto Dario Belingheri, UEC)

È stata una vera e propria cavalcata trionfale quella del quartetto rosa under 23 italiano, che ha dominato la scena fin dalle qualificazioni, vinte con il tempo di 4’19”778, per poi strapazzare la Gran Bretagna in semifinale (doppiando le inglesi) e dominare la sfida a due per l’oro con il nuovo record italiano assoluto: 4’15”915.
Nell’atto conclusivo è stata la Francia l’avversaria delle ragazze del Ct Dino Salvoldi, che non hanno lasciato scampo alle transalpine. Per la Paternoster è così arrivato l’ennesimo titolo della carriera (l’undicesimo a livello europeo), con il mirino puntato sui Giochi Olimpici di Tokyo 2020, il grande obiettivo di Letizia.
Paternoster, Balsamo, Guazzini e Alzini hanno staccato di oltre tre secondi il quartetto composto da Clara Copponi, Valentine Fortin, Marion Borras e Marie Le Net, argento in 4’19”593.
Per la diciannovenne trentina, che compirà vent’anni tra pochi giorni, è così arrivato il secondo titolo di campionessa europea in due gare a Gent, dove prenderà parte anche alla corsa a punti (venerdì 12 luglio) e alla madison (domenica 14 luglio, con Elisa Balsamo), puntando al poker di medaglie.

CLASSIFICA INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE U23

Bianchi fuori agli ottavi nella velocità


Oggi è tornato in pista anche il bolzanino Matteo Bianchi, che ha preso parte alla gara della velocità. Lo junior di Laives in forza alla Campana Imballaggi del direttore sportivo Alessandro Coden ha conquistato il pass per il tabellone principale (riservato ai primi sedici atleti classificati) facendo segnare il settimo tempo (10”470), ma si è fermato di fronte al primo ostacolo. A estrometterlo dai giochi, agli ottavi di finale, è stato lo spagnolo Ekai Jimenez Elizondo.
Intanto, si avvicina anche il momento del trentino Edoardo Zambanini, compagno di squadra di Bianchi alla Campana Imballaggi. Il promettente corridore di Dro, che martedì ha rotto il ghiaccio prendendo parte alle qualificazioni dell’inseguimento a squadre, sabato difenderà i colori dell’Italia nella corsa a punti riservata agli juniores.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri