Varie
lunedì 14 maggio 2018
CICLISMO
Tonelli, Tomio e Capra a braccia alzate

L’allieva Elisa Tonelli e gli esordienti del Veloce Club Borgo Elena Tomio e Thomas Capra sono andati a segno nella seconda domenica di maggio, che ha regalato la gioia del podio anche al classe 2004 della Montecorona Leonardo Piffer e ai due junior Martin Nessler e Andrea Debiasi, secondo e terzo a Colognola ai Colli (Verona).
Elisa Tonelli ha chiuso nel migliore dei modi l’esperienza in maglia azzurra al Jugendtour 2018, corsa a tappe per allieve disputata in Turingia. La classe 2002 del Team Femminile Trentino, inserita nella rappresentativa italiana assieme ad altre cinque atlete, si è imposta allo sprint nell’ultima frazione (60 chilometri coperti alla media di 40,85 km/h). La Tonelli, che ha centrato la seconda affermazione del 2018 dopo quella di fine marzo a Montecchio Precalcino, è riuscita ad avere la meglio sulla tedesca Linda Riedmann grazie a un bel colpo di reni, con l’altra azzurra Lara Crestanello terza.

Elisa Tonelli sul gradino più alto del podio in Germania con la maglia azzurra
Elisa Tonelli sul gradino più alto del podio in Germania con la maglia azzurra

Il ciclismo trentino in rosa, che ha in Letizia Paternoster la propria punta di diamante, continua dunque a far parlare di sé e lo fa anche grazie alla emergente Elena Tomio. La esordiente in forza al Veloce Club Trentino, che il 22 aprile scorso aveva conquistato la sua prima vittoria in categoria, ieri è riuscita a ripetersi al Gp Al Sgrufolone di San Vito al Tagliamento, corsa di 29,400 km coperti a una media di 34,759 km/h. La corsa è stata combattuta e caratterizzata da una serie di scatti e contro scatti, ma a decretare la vincitrice è stata una volata di gruppo. A vincerla è stata la valsuganotta, che ha preceduto Greta Cettolin (Young Team Arcade) e Giulia Miotto (Club Ciclistico Este), con Andrea Casagranda undicesima ed Erika Stenico dodicesima.
Per il Veloce Club Borgo è arrivata anche una vittoria al maschile e a conquistarla è stato il solito Thomas Capra, esordiente del primo anno. Capra si è imposto in solitaria sul traguardo del Trofeo Sportivi Coste di Maser (Treviso), che gli ha regalato la settima affermazione del 2018. Il giovane corridore valsuganotto ha chiuso su tre tentativi di fuga e si è poi reso protagonista di uno splendido assolo, primo all’arrivo con 6” di vantaggio sul secondo classificato, Luca Graziotto del Gs Mosole.

Thomas Capra sul gradino più alto del podio: è la settima vittoria stagionale
Thomas Capra sul gradino più alto del podio: è la settima vittoria stagionale

Sempre tra gli esordienti, ma secondo anno, è salito sul podio anche Leonardo Piffer della Montecorona Mak, secondo a San Vigilio di Concesio (Brescia). La corsa è stata caratterizzata dalla fuga di quattro corridori, rimontati proprio nel finale da Piffer, che è uscito dal gruppo nel finale e per poco non è riuscito a centrare il bersaglio grosso, preceduto di poco dal vincitore. Nella stessa corsa, quinto e sesto Christian Piffer (Velo Sport Mezzocorona) e Riccardo Galante (Grafiche Zorzi Storo).
Passando alla categoria juniores, sono arrivate nuove soddisfazioni da Colognola ai Colli (Verona), dove hanno trovato posto nella top 10 ben quattro corridori trentini. Martin Nessler e Andrea Debiasi, ex Forti e Veloci ora in forza all’Ausonia, si sono classificati secondo e terzo, preceduti all’arrivo dal solo Samuele Carpene (Assali Stefen). Quest’ultimo è riuscito a disfarsi sull’ultima salita della compagnia dei due trentini, che hanno animato la decisiva fuga a tre. Nessler e Debiasi hanno pagato un ritardo di 1’00”, con Edoardo Zambanini (Campana Imballaggi) e Matteo Polo (Ausonia) settimo e ottavo con un distacco superiore ai 3’.
Sempre tra gli junior, ottavo e nono posto per Nicholas Agostini (Montecorona) e Stefano Cristoforetti (Uc Valle di Non) alla 32ª Brescia-Monte Magno, corsa di 95 km con arrivo in salita. La vittoria è andata a Karel Vacek (Team Giorgi).
Piazzamenti, infine, anche per l’under 23 del Team Colpack Riccardo Lucca e per l’allievo della Ciclistica Dro Matteo Calovi. Lucca si è classificato settimo nella crono di Baccaiano vinta da Rasmus Iversen della General Store Bottoli (25,2 km in 29’21”), pagando un ritardo di 1’22”, con il fratello Simone Lucca (Ausonia) ottavo tra gli junior e la élite di Arco Simona Bortolotti decima tra le élite a 55” dalla vincitrice, Lija Laizane dell’Aromitalia Vaiano. Calovi, invece, ha chiuso decimo sul traguardo di San Vigilio di Concesio (Brescia), dove si è imposto il modenese Francesco Calì.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,449 sec.

Inserire almeno 4 caratteri