Professionisti
venerdì 24 maggio 2019
CICLISMO
Trentini protagonisti al Giro d'Albania

Una vittoria e quattro secondi posti. I trentini della Iseo Serrature Rime Samuele Zambelli, Mirco Sartori e Mattia Baldo sono stati tra i grandi protagonisti dell’edizione 2019 del Tour of Albania, corsa a tappe di cinque giorni classificata 2.2.
Nella prima frazione si è messo in luce il rotaliano Mirco Sartori, secondo nella Lezhe-Shkoder di 150 km vinta in solitaria dall’albanese Ylber Sefa. Sartori ha vinto lo sprint di gruppo per la piazza d’onore, a 22”, con Zambelli quarto.
Il vero capolavoro è arrivato nella seconda tappa, tutta “made in trentino”. Zambelli e Sartori hanno dominato la volata che ha deciso la Shkoder-Elbasan di 182,9 km, chiudendo nell’ordine ed entrambi a braccia alzate. Il volanese e il rotaliano hanno dunque regalato una splendida doppietta alla Iseo Serrature Rime, da quest’anno squadra Continental. Per Zambelli, inoltre, è arrivata la prima vittoria stagionale, lui che era già stato terzo a inizio stagione alla San Geo e alla Popolarissima, poi secondo a Taino l’11 maggio.

La volata vinta da Zambelli su Sartori (in maglia verde) nella seconda tappa del Giro d'Albania
La volata vinta da Zambelli su Sartori (in maglia verde) nella seconda tappa del Giro d'Albania

Nella terza frazione, invece, è stata la volta di Mattia Baldo, secondo sul traguardo della Elbasan-Vlore di 184,2 chilometri. Il ventunenne lagarino Mattia Baldo, compagno di squadra di Zambelli e Sartori alla Iseo Serrature Rime, è stata vinta dal padovano della Neri Sottoli-Selle Italia Moreno Marchetti, che ha così conquistato la prima affermazione da professionista. Baldo, a propria volta, ha centrato il primo podio della stagione.
Zambelli, Sartori e Baldo erano in piena lotta anche per il successo finale, ma nella quarta tappa – poi rivelatasi decisiva – si sono rimescolate le carte. A vincerla, al termine di una bella fuga, è stato Filippo Fiorelli del team Gragnano, che ha preceduto i compagni d’avventura, in primis Etienne Van Emper (olandese della Neri Sottoli, secondo). Decimo e migliore dei trentini è stato il chiesano Andrea Ferrari, staccato di 5’32”.
A servire il “dolce” ci ha pensato ancora Mirco Sartori, che nella quinta e ultima frazione della corsa albanese (la Sarande-Fier di 162,5 km) è salito sul podio per la terza volta in cinque giorni. Sartori ha vinto lo sprint per il secondo posto a 11” dal vincitore, l’albanese Eugert Zhupa, con Andrea Ferrari buon sesto. La vittoria finale è andata a Filippo Fiorelli, che ha preceduto di 7” Van Emper (Neri Sottoli). Nella generale il migliore dei trentini è stato Andrea Ferrari, tredicesimo.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri